‘A CEREVELLA E’ ‘NA SFOGLIA ‘E CEPOLLA

(TRAD.: Il cervello è una sfoglia di cipolla)

Si tratta di uno dei detti più utilizzati a Napoli e indica la volubilità e/o la follia del cervello umano. Questo viene paragonato, infatti, alla sfoglia di una cipolla, una parte delicata, sottile, instabile, che un po’ di vento può portare via, dirigere altrove.

Allo stesso modo, la mente umana può cambiare idea o, peggio ancora, può condurre l’uomo verso azioni bizzarre, strane o perfino pericolose. E’ quindi molto facile che, in situazioni estremamente particolari, qualcuno che le osserva da fuori esclami, scuotendo la testa e sorridendo maliziosamente: “‘A cerevella è ‘na sfoglia ‘e cepolla!”

Gioia Nasti
© Tutti i diritti riservati

Precedente 'A CERA SE STRUJE E 'A PRUCESSIONE NUN CAMMINA Successivo Napoli sotterranea (1): Il centro storico